Il Santuario di San Colombano

Arroccato su un’altura che domina tutte le borgate di Monasterolo Casotto, il Santuario di San Colombano affascina per fisionomia e ubicazione. Sorta in realtà, secondo la leggenda, in un sito differente ma qui edificata dopo essersi mossa in autonomia durante la notte, la struttura venne fondata dai monaci benedettini nell’XI secolo e intitolata al santo irlandese definito recentemente da Papa Benedetto XVI “il più europeo” in virtù della sua volontà di contribuire a formare con la fede un popolo continentale unito e scevro di barriere etniche e culturali.

Rimaneggiato più volte nel corso dei secoli, il Santuario di San Colombano è in verità formato da due corpi ben distinti: uno longitudinale con campanile incorporato ma di epoca incerta e uno invece a pianta quadra dal respiro barocco (1645), nato quale elemento indipendente e attualmente zona absidale. Molto caratteristica è la porta murata ben visibile sulla facciata che guarda il piazzale, trasformatasi temporaneamente nei secoli scorsi nell’ingresso principale della chiesa.

Gli interni conservano invece molti quadretti votivi donati dai fedeli in segno di grazia e riconoscenza, mentre a lato si può ancora scorgere l’antica “conca” o “arbi”, pietra scavata ad incavo dove si raccoglieva un liquido oleoso dalle proprietà miracolose, diffuso anche negli altri monasteri dedicati a San Colombano, tra i quali Bobbio, Centallo e Villanova Mondovì. Da rimarcare, inoltre, come nel Monregalese il Santo fosse raffigurato come un soldato romano, in segno forse del forte legame tra l’azione religiosa e quella politica esercitata dai singoli monasteri.

Affascinante e distensivo, infine, l’ambiente boschivo che circonda il Santuario di San Colombano. Non solo la verde radura che abbraccia l’edificio (perfetta per una fresca pausa pranzo nelle torride giornate estive), ma anche alcuni percorsi sterrati che sfociano nella limitrofa Valle Mongia. Tra questi la cosiddetta Via del Sambuco, che un tempo collegava Monasterolo Casotto con il Santuario di Madonna della Neve nel comune di Viola.