Tre itinerari di lunga percorrenza

La stagione escursionistica è ormai iniziata da qualche settimana e le Alpi di Cuneo si preparano come ogni anno ad accogliere i migliaia di avventori decisi a superare le vette più impervie, a raggiungere i laghi più spettacolari o semplicemente a rifocillarsi nei rifugi più accoglienti. Per chi vuole mettersi alla prova fisicamente e atleticamente, però, ecco tre itinerari di lunga percorrenza che si snodano interamente tra le montagne cuneesi, attraversando scenari spesso incontaminati e sconosciuti.

Alto Tanaro TourValle Tanaro

L’itinerario per eccellenza delle Alpi Liguri, ipotizzato e tracciato nel 2015, profondamente ferito dalla tragica alluvione del novembre 2016. Sulla carta, tuttavia, un’esperienza unica lungo crinali sospesi tra Alpi e Mediterraneo, sulle propaggini della Valle Tanaro, prima insenatura orografica dell’intero arco alpino. 9 tappe per altrettanti giorni di cammino: da Barchi di Ormea al Rifugio Mongioie; dal Rifugio Don Barbera al caratteristico abitato di Upega; dal Rifugio Pian dell’Arma fino a Garessio. Un percorso eterogeneo da assaporare lentamente, sulla cui fruibilità attuale, tuttavia, è necessario informarsi preventivamente.

Per informazioni: Alpi Cuneesi

Alta Via dei ReValle Gesso

L’acme escursionistico delle Alpi Marittime e dell’omonimo Parco Naturale. Un viaggio in 7 tappe intorno al massiccio cristallino dell’Argentera e ai glacio-nevati più meridionali dell’intero arco alpino. Da Sant’Anna di Valdieri al Rifugio Livio Bianco; dal Rifugio Valasco al Rifugio Genova; dal Rifugio Soria Ellena al Rifugio Pagarì, prima di discendere su San Giacomo. Una lunga camminata tra endemismi naturali, rocce apparentemente inafferrabili e mulattiere lastricate, respirando ancora l’atmosfera regale di un tempo. Un’esperienza coinvolgente che si sviluppa lungo una montagna dura ma sincera, dove le tracce antropiche si scorgono appena tra le pieghe di una natura che domina ancora incontrastata.

Per informazioni: Parco Naturale Alpi Marittime

Percorsi OccitaniValle Maira

Il primo grande trekking escursionistico delle Alpi Occidentali ha da poco spento le 25 candeline. Il caleidoscopico itinerario che attraversa l’intera Valle Maira è oggi una meta ambita dai camminatori di tutta Europa. Da Villar San Costanzo a Camoglieres, da Elva a San Michele di Prazzo, per poi transitare da Chiappera e dall’Altopiano della Gardetta, prima di ridiscendere a Marmora e a Palent. 14 giorni di cammino per 177km di lunghezza, dai 600 ai 2700 metri di quota. Un tuffo paesaggistico che disorienta, che può contare su 22 strutture ricettive convenzionate e su un’intera Associazione che lo valorizza e lo promuove.

Per informazioni: Associazione Percorsi Occitani 

Non siete ancora convinti? Rimanete allora su questi schermi. A giorni vi offriremo altre tre soluzioni analoghe, come sempre targate Alpi di Cuneo.

Il presente articolo rientra nel progetto di cooperazione transfrontaliera Italia/Francia Alcotra NTC (Nuovo Territorio Condiviso) dedicato alla promozione delle attività outdoor e del turismo sostenibile, che coinvolge l’areale cuneese e il confinante dipartimento delle Alpi dell’Alta Provenza