Quando il Presepe Vivente è imperdibile!

Manca ormai una settimana alla notte più attesa dell’anno. Grandi e piccoli si preparano così a vivere intensamente il magico sapore del Natale, fatto di gioia, festa e condivisione. Un’atmosfera ovattata, acuita quest’anno da un paesaggio finalmente imbiancato e invernale. Accanto all’intimità domestica, però, non va dimenticato il fascino che da sempre il Presepe Vivente porta con sé, animando e riscaldando le viuzze di tanti borghi delle Alpi di Cuneo. Per chi volesse quindi trascorrere una serata diversa tra antichi mestieri, sacra rappresentazione e degustazioni enogastronomiche, ecco gli appuntamenti più importanti.

Bagnasco

Lo storico Presepe Vivente si estenderà anche quest’anno da Piazza Santa Margherita a Piazza Sant’Antonio tra locande, vecchi mestieri e quasi 200 figuranti, illuminati dalle torce e riscaldati dai bracieri. Apertura porte alle 20.00, con sacra rappresentazione alle ore 22.00. La manifestazione avrà luogo il 24, il 26 e il 27 dicembre. Ingresso adulti € 5.00, gratis i bambini sotto i 130cm.

Torre Mondovì

L’ottava edizione del Presepe Vivente si svolgerà il 24 e il 27 dicembre prossimi dalle ore 21.00 con ingresso soggetto ad offerta libera. Tra animazioni, corali e canti, da non perdere i boscaioli con la loro suggestiva teleferica, i filatori di corde, gli agricoltori alle prese con l’imballaggio del fieno, i centurioni romani e l’elegante sfilata dei Re Magi.

Frabosa Sottana (Pianvignale)

La ventunesima edizione del Presepe Vivente di Pianvignale potrà contare su duecento figuranti distribuiti in sessanta postazioni, per una rappresentazione tra le più importanti della zona. Tra antichi mestieri e rievocazioni storiche, distribuzione di vin brulé, frittelle e polenta. Dalle 20.30 alle 23.30 del 24 e 29 dicembre e del 5 gennaio 2018. Ingresso € 7.00 (€ 5.00 under 12, gratis under 6 anni).

Roccaforte Mondovì (Prea)

Sono trentasei, invece, le candeline che spegnerà quest’anno il Presepe Vivente di Prea, gioiello architettonico del comune di Roccaforte. Una rappresentazione eterogenea, con gli antichi mestieri esaltati dall’apertura delle vecchie botteghe della frazione. Appuntamento il 24 e il 26 dicembre e il 5 gennaio 2018 dalle ore 20.30. Ingresso a pagamento, gratis per i bambini.

Peveragno

Grande attesa anche per il Natale in Contrada di Peveragno. Il cuore medievale del paese farà da palcoscenico a spettacoli, degustazioni enogastronomiche e rievocazione di antichi mestieri il 24 e il 26 dicembre prossimi a partire dalle 20.00. Il 26 in particolare, grande festa conclusiva dalle ore 22.00 con fuochi d’artificio e sottofondo musicale.

Valdieri (Andonno)

Nato nel 1991 e riproposto nel 2017 dopo alcuni anni di pausa, il Presepe Vivente di Andonno accoglierà visitatori e curiosi il 23 e il 26 dicembre prossimi dalle ore 20.30 circa con la sacra rappresentazione e gli antichi mestieri di sottofondo. Uno sposalizio intervallivo, tra l’altro, in virtù della collaborazione sorta con il comune di Pradleves in Valle Grana.

Pradleves

Il caratteristico borgo della Valle Grana (gemellato come detto quest’anno con Andonno di Valdieri) proporrà il proprio Presepe Vivente il 24 dicembre e il 5 gennaio 2018 dalle ore 21.00. Circondati delle montagne innevate, gli angoli più reconditi del paese ospiteranno dunque gli antichi mestieri e la sacra rappresentazione.

Sampeyre

Dopo il successo dello scorso anno, il principale centro turistico della Valle Varaita riproporrà nuovamente al pubblico il proprio Presepe Vivente. Il 26 e il 30 dicembre prossimi dalle 17 alle 23, quindi, l’intero paese ospiterà la sacra rappresentazione, la rievocazione storica con gli antichi mestieri, i centurioni romani e i Re Magi, per una cinquantina di figuranti coinvolti.